Stasera va di scena la Coppa Italia

 Stasera va di scena la Coppa Italia
01.02.2018

Penultimo atto per la Coppa Italia, arrivata alle semifinali: due sfide estremamente interessanti che si giocheranno con la formula dell’andata e ritorno. Le squadre che scenderanno in pista giovedì  sera (1° febbraio) si ritroveranno a campi invertiti una settimana dopo (8 febbraio), per delineare le partecipanti alla finalissima, che si giocherà in gara unica giovedì 15 febbraio. Il Milano giocherà contro il Pergine iniziando dall’Agorà, mentre l’Appiano sfiderà il Fiemme con partita di andata prevista in Alto Adige. Le quattro formazioni arrivate sino a qui sono le stesse di un anno fa, anche se con accoppiamenti diversi, visto che il Milano si impose sull’Appiano, mentre il Fiemme sul Pergine.

Partita assolutamente da vivere quella dell’Agorà, dove un Milano nel suo peggior momento stagionale riceve un Pergine invece caldissimo e capace di battere chiunque. I lombardi hanno appena perso la vetta della classifica per la prima volta in stagione, in seguito alle due sconfitte consecutive con Appiano e Merano.  Per questo il Milano deve ripartire da questo match, per mettere un solido mattone verso la conquista della finale, come fatto l’anno scorso quando i Rossoblu superarono l’Appiano nella gara di andata giocata in casa. Compito comunque non semplice per la formazione di Massimo Da Rin, che nelle ultime due sfide ha incassato ben 10 gol, decisamente troppi per puntare a rivincere tutto. Serve dunque una prova che cominci da un cambiamento in difesa, e si rilanci con un risveglio di quello che è sulla carta il miglior attacco della categoria ma che deve dimostrarsi tale contro un avversario impegnativo. L’ottimo momento del Pergine infatti ha portato le “Linci” al quarto posto solitario nel master round, ma soprattutto alla presa di coscienza del fatto che la squadra trentina non ha paura di nessuno e ha strappato punti contro Appiano, Merano e Milano (battuta solamente ai tiri di rigore). Una sfida non semplice dunque, su una pista tutt’altro che semplice da espugnare, ma che il Pergine visto di recente ha tutte le carte in regola per fare sua.

Nell’altro incrocio si sfidano Appiano e Fiemme, squadre in differente condizione. I Pirati padroni di casa sono arrivati in vetta alla classifica e hanno oliato al meglio la loro macchina da guerra. Un roster profondo, ricco di talento in ogni reparto, e capace di non temere nessun avversario o nessun tipo di gioco. Le squadre si sono affrontate sabato scorso in campionato, e un Appiano freddissimo ha superato un volitivo Fiemme, a dimostrazione di come Peruzzo e soci sappiano davvero giocare al loro meglio in questo momento della stagione. Scelfo, Unterkofler, Waldner, Eisenstecken, sono tantissimi i giocatori di talento che la difesa fiemmese dovrà provare ad arginare, compito sulla carta non semplice. La formazione di coach Liberatore sta infatti vivendo un momento decisamente difficile, non avendo ancora vinto nessun match del master round, che la vede all’ultimo posto in classifica. Allarmante la differenza reti, che recita -16 e i soli 7 gol fatti. Decisamente troppo poco per una squadra dotata di talento, sostanzialmente la stessa che lo scorso anno per lunghi mesi dominò lo scorso campionato di categoria. Serve quindi una riscossa collettiva per lanciarsi al meglio verso un finale di stagione da cambiare assolutamente

 

1 febbraio 

Milano – Pergine 

Appiano . Fiemme 

 

8 Febbraio 

Pergine – Milano 

Fiemme – Appiano 

 


Vai alla lista
 

 
 
 
Gli Special
  Ebel Playoff 2017/18
  Ebel Platzierungsrunde 2017/18
  Ebel Qualification Round 2017/18
 
Ultimi articoli
Hofer e Helfer ... - 25.05.2018
L’ HC Val Pusteria ha iniziato già da un pò a lavorare sulla rosa
Petan rimane ancora ... - 25.05.2018
L’HCB Alto Adige Alperia mette a segno un altro, importantissimo colpo
Borgatello lascia ... - 24.05.2018
Purtroppo invece non farà più parte della squadra del Renon il
Ecco le avversarie ... - 24.05.2018
Mancano 353 giorni al face-off iniziale dei Mondiali IIHF di Top ...
Newsletter