Serie B: Merano e Milano cadono e rintoppata la classifica

 Serie B: Merano e Milano cadono e rintoppata la classifica
06.11.2017

Non smette di stupire l’Italian Hockey League che nella stessa giornata vede la sconfitta delle prime due in classifica, Milano e Merano, che perdono punti rispettivamente ad Appiano e in casa contro il Fiemme, con la classifica che si accorcia e rimette tutto in gioco. Soffre il Caldaro ma passa a Chiavenna e sale in quinta posizione, seguita dal Pergine che vince la quarta di fila contro l’Ora e sorpassa proprio i Frogs. L’Alleghe batte all’overtime il Varese mentre arrivano i primi punti per il Feltre che espugnano la pista del Como.

Nel big match di giornata, nonché rivincita della scorsa Finale di Serie B, l’Appiano si toglie la soddisfazione di infliggere al Milano il primo k.o. in IHL mantenendo anche la porta inviolata. Partita estremamente equilibrata, come prevedibile, e aperta nel primo drittel da un gol dell’ex Peruzzo al 12.14. Senza coach Da Rin, impegnato con la Nazionale di Sledge, il Milano non è riuscito a reagire e nel periodo centrale ha subito il raddoppio da Waldner, che in power play ha fulminato Tura al 27.51. Nel terzo periodo grande tensione in pista e diverse penalità comminate, ma nessuna ulteriore rete, con Tomasi che è stato spettacolare nel finale quando i pirati hanno resistito ad una lunga doppia inferiorità numerica. 2 a 0 alla sirena del 60esimo minuto.

L’altro scontro diretto di questo decimo turno è stato quello di Merano, dove i padroni di casa sono stati sconfitti da un Fiemme che dopo l’Appiano infligge un nuovo stop alle corazzate altoatesine. Grandissima prestazione dei trentini, che con un match estremamente cinico e concreto rifilano addirittura un parziale di 5 a 0 ai bianconeri nella prima metà di partita: apre Chelodi in power play seguito da Gilmozzi per il 2 a 0 del primo tempo, poi Nicolao (in 5vs3), Ciresa e Vicenzi portano il tabellone sul 5 a 0 al 28.44. Di colpo arriva la reazione meranese con Gruber e Daccordo, quindi nel terzo periodo la difesa del Fiemme è insuperabile e il 3 a 5 di Daccordo arriva al 57.01 quando ormai è tardi. Spettacolare prova del goalie trentino Luca Gasperini.

Alle spalle di questo quartetto sale il Caldaro, ma quanta fatica per i Lucci! Contro un Chiavenna in grandissima condizione, gli altoatesini ci mettono 39 minuti e 54 secondi a sbloccare il match grazie al gol di Gius, ma i lombardi non mollano di un centimetro e nella terza frazione sfiorano a più riprese il pareggio. L’ultima emozione arriva proprio sulla sirena del 60esimo minuto, con il 2 a 0 trovato da Waldthaler a gabbia vuota.

Partita estremamente combattuta anche quella di Pergine, dove le linci hanno ospitato l’Ora. Frogs in vantaggio col tocco ravvicinato di Stimpfl al 13.39 ma pochi secondi dopo pareggio di Mondon Marin. Il secondo tempo si apre con la grande pressione dei trentini che però raccolgono solo il 2 a 1 con Valorz, ma sprecano tanto contro un ottimo Giovannelli. L’Ora ringrazia e passa al contrattacco trovando con Pedrini e Ghizzo le reti del 2 a 3 prima dell’intervallo. In apertura di terzo drittel però un missile di Ambrosi vale il pareggio, quindi al 51.57 è Yuri Cristellon a trovare il definitivo 4 a 3, il suo primo importantissimo gol in prima squadra. Quarto successo di fila per un Pergine che sembra rinato.

Torna al successo anche l’Alleghe, che batte il Varese. Grande partenza dei lombardi, che si portano avanti grazie a Andreoni in 5 contro 3 e Michael Mazzacane. Il 2 a 0 però non scoraggia le Civette, che anzi aumentano la pressione col passare dei minuti ma si schiantano contro un ottimo Broggi. Nel terzo periodo però il muro varesino crolla e l’Alleghe pareggia i conti con le reti in rapida successione di Meneghetti e Ganz. Il 2 a 2 non si sblocca e si va così al supplementare, dove al 62.48 De Val fa esplodere il pubblico di casa trovando il punto vincente.

Dopo esserci andati vicini contro Pergine e Caldaro, il Feltre trova la gioia del primo successo e dei primi punti in campionato, espugnando la pista del Como. Primo periodo caratterizzato dal gol di Matteo dell’Agnol al 9.47, quindi nel secondo drittel raddoppio feltrino con Tormen e reazione lariana con Vallazza. Nella seconda metà di partita però i veneti contengono alla grande gli attacchi del Como, e riescono anche ad allungare con Polini al 32.16. La parola fine all’incontro la piazza Marco Da Forno al 52.27 trovando il 4 a 1 che spegne ogni ardore comasco e ufficializza il netto successo del Feltre

 


Vai alla lista
 

 
 
 
Gli Special
  Campionato Ebel 2017/18
  Campionato ALPS 2017/18
  Alps Playoffs 2016/17
 
Ultimi articoli
Il Bolzano ... - 21.11.2017
L’HCB Alto Adige Alperia mette a segno un altro colpo sul mercato,
Il Bolzano ... - 21.11.2017
L’HCB Alto Adige sprofonda a Dornbirn. Tra le mura di casa i Bulldogs ...
Il Renon torna al ... - 21.11.2017
Il Renon torna a pensare al campionato. Dopo il vittorioso passaggio ...
L'Asiago stasera ... - 21.11.2017
Il Renon torna a pensare al campionato. Dopo il vittorioso passaggio ...
Newsletter