Il Vienna vince gara 1 contro un buon Bolzano

 Il Vienna vince gara 1 contro un buon Bolzano
15.03.2017
L’HCB Alto Adige Alperia cade in gara 1 di semifinale in casa dei Vienna Capitals, che la spuntano per 4 a 2. Un buon Bolzano quello visto alla Albert-Schultz-Eishalle: i biancorossi sono riusciti ad andare in vantaggio per due volte, sfiorando a più riprese anche la terza marcatura, salvo poi soccombere nel terzo drittel quando i Capitals pareggiano i conti e poi chiudono la gara con altre due reti. Pesa molto sull’economia del match l’infortunio subito da Brodie Reid nei primi minuti del match: le condizioni dell’attaccante canadese verranno valutate domani.
Venerdì 17 marzo alle 19:45 sarà tempo di semifinale anche al Palaonda. Un appuntamento da non perdere quello di gara 2, con il palazzo di via Galvani che si preannuncia un catino infernale. Restano aperte le prevendite online, presso la Cassa di Risparmio e il flagship store di Sportler di via Portici, biglietti disponibili anche presso le casse del Palaonda domani, mercoledì, dalle 17 alle 19, e giovedì dalle 11 alle 14 e dalle 17 alle 19.
La cronaca della serata. Primi minuti equilibrati e il Bolzano passa alla prima vera occasione. Al 06:28 Insam vince un ingaggio, Yogan prima chiama alla parata Lamoureux e poi sul rebound centra il vantaggio. L’1 a 0 risveglia i Capitals, che aumentano la pressione e si rendono pericolosi con una botta dalla distanza di McKiernan e con un wraparound di Holzapfel. Un brutto infortunio occorso a Brodie Reid interrompe per qualche minuto il primo tempo, nell’occasione Sharp, autore della carica in balaustra, non viene sanzionato: regolare secondo gli arbitri il contatto, con Reid che cade male subendo una torsione del ginocchio. In powerplay e senza il loro top scorer i Foxes cercano di farsi sentire nuovamente in avanti, sfiorando il raddoppio con Bernard e Vallerand. Nel finale qualche secondo di superiorità numerica anche per i padroni di casa, a un passo dal pareggio con un tiro dalla media distanza di Rotter. Bolzano in vantaggio per 1 a 0 alla prima sirena.
L’avvio di periodo centrale è totale appannaggio dei Capitals. In powerplay gli uomini di coach Aubin assediano la porta di Melichercik, i Foxes provano a rispondere con Frank che recupera un disco ghiottissimo e tutto solo davanti a Lamoureux conclude fuori. Vienna ancora in superiorità numerica, questa volta in un cinque contro tre che porta al pareggio: Tessier cerca sul secondo palo Sharp, il disco colpisce la stecca di Glenn ed entra con una carambola sfortunata in rete. I Capitals bombardano la gabbia biancorossa, ma il Bolzano può rialzare la testa in powerplay e centra il nuovo vantaggio: gran disco di Oleksuk sul secondo palo per Insam, che spolvera l’incrocio dei pali. E’ il primo goal in superiorità numerica per i Foxes in questi playoffs. Gli ultimi minuti della seconda frazione parlano soltanto biancorosso, Vallerand va due volte vicinissimo alla terza rete prima in situazione di 5 contro 3, poi di 5 contro 4. Nel finale ancora Foxes in powerplay, Root fa venire i brividi alla Albert-Schult-Eishalle, Yogan chiama al miracolo Lamoureux e alla seconda sirena il risultato vede ancora il Bolzano avanti, per 2 a 1.
Il Vienna parte forte nel terzo drittel, va vicino al goal con Holzapfel e lo trova poi subito dopo con Taylor Vause, lasciato troppo solo davanti a Melichercik. Un 2 a 2 che non abbatte il Bolzano, ancora pericoloso con una grande azione in wraparaound di Bernard, uno dei migliori sul ghiaccio. Poi è Egger a impegnare Lamoureux sulla bella intuizione di Sparks. I Capitals pungono però al 49:49, con Pollastrone che ha il tempo di prendere la mira e battere Melichercik con un siluro dall’altezza del cerchio di ingaggio. Vienna che avrebbe l’occasione di chiudere la partita in powerplay, ma Melichercik dice di no a Pollastrone con una grandissima parata. Egger concede un’altra penalità ai padroni di casa, che questa volta con l’uomo in più non sbagliano e allungano sul 4 a 2 a poco più di cinque minuti dalla sirena finale con il tiro dalla distanza di Tessier. Coach Tom Pokel chiama time-out per cercare di spronare i Foxes per l’ultimo assalto, che non produce gli effetti sperati.

Vai alla lista
 

 
 
 
Gli Special
  Alps Playoffs 2016/17
  Ebel Playoffs
  Alps Qualification Round A 2016/17
 
Ultimi articoli
Gli incontri ... - 27.04.2017
Si avvicina sempre di più il Mondiale di "Top Division" IIHF 2017 di
Italia Senior: da ... - 25.04.2017
Nella mattina di martedì 25 aprile inizia la seconda parte della
Il Renon B dice ... - 22.04.2017
Dopo due annate in Serie B, la seconda squadra dei Rittner Buam
Italia Senior: ... - 21.04.2017
Aggiornamento per quanto riguarda il raduno della Nazionale Senior
Newsletter