Il Renon rimane saldamente in testa alla classifica

 Il Renon rimane saldamente in testa alla classifica
06.11.2017

Nella giornata che precede la pausa internazionale di novembre, i Rittner Buam si confermano leader indiscussi della Alps Hockey League dopo la vittoria casalinga contro Jesenice. Lubiana vince ad Asiago e passa in seconda posizione. Cortina e Vipiteno avanzano in classifica dopo le rispettive vittorie contro Fassa e Kitzbuhel. Seconda vittoria consecutiva per il Val Pusteria del coach ad interim Ivo Machacka contro l’Egna mentre cade a Zell am See il Gherdeina. L’Alps Hockey League tornerà, per le formazioni italiane, il prossimo 14 novembre con l’atteso derby tra Val Pusteria e Rittner Buam. 

 

EC-KAC II – FBI VEU Feldkirch 0:5 (0:1; 0:1; 0:3)

Il Feldkirch ha una migliore partenza nella gara e già nel primo minuto di gioco gli ospiti si costruiscono una ghiotta chance per andare in vantaggio. Al  5′ il risultato si sblocca a favore degli ospiti con la prima rete della serata di Patrick Ratz con un tiro dalla blu. Poi la squadra di casa fallisce con Moritz Gaier una buona chance per pareggiare sul finire del primo tempo. Durante il secondo periodo Valentin Ploner ha la migliore chance per i carinziani ma non riesce a concretizzare. Sull’altro alto della pista il Feldkirch non si lascia sfuggire il raddoppio con un bel goal di  Martin Mairitsch. I giovani “Red Jackets” si costruiscono altre occasioni ma il goal non arriva anche per le decisive parate di Alex Caffi. Se nei primi due tempi il Klagenfurt II ha avuto lo stesso ritmo degli avversari, nel terzo tempo gli ospiti fanno valere il loro tasso tecnico. Prima Smail Samardžić confeziona il 3:0, poi Dániel Fekete e Dylan Stanley portano il risultato finale sul 5:0 per il Feldkirch.

Red Bull Hockey Juniors – EC Bregenzerwald 2:1 (2:0, 0:0, 0:1)

Il Salisburgo esercita subito una grande pressione verso la porta avversaria. Dopo 6 minuti il risultato si sblocca con la rete di Carl Zimmermann che insacca su respinta. Due minuti più tardi Christop Wappis permette il raddoppio dei padroni di casa. Poi il Salisburgo mantiene ancora il controllo del gioco anche nel secondo tempo ma con il passare dei minuti gli ospiti del Bregenzerwald crescono ma non si registrano goal nel secondo periodo. Le squadre giocano a viso aperto nelle situazioni di parità numerica per una gara che deve ancora trovare un vincitore. I due portieri si distinguono con delle buone parate per un terzo tempo molto combattuto. Gli sforzi degli ospiti si concretizzano a 172 secondi dalla fine con la rete di Kauppila con un gran tiro che riporta in gioco l’ECB. Nel finale di gara il Salisburgo non trova la rete della sicurezza nè in powerplay nè a porta vuota ma i Juniors trovano lo stesso la quinta vittoria consecutiva per 2:1.

EK Zeller Eisbären – HC Gherdeina valgardena.it3:0 (3:0, 0:0, 0:0)

Fin dall’inizio della gara i padroni di casa mettono molta pressione e controllano il gioco. Il difensore Frederik Widen è protagonista indiscusso con due reti in meno di quattro minuti. Gli ospiti del Gherdeina non trovano il ritmo per recuperare e così Florian Dinhopel costruisce il 3:0 dopo 12 minuti del primo tempo. A questo punto il Gherdeina cerca di tornare in partita e si crea qualche chance interessante. Nel secondo periodo lo Zell am See rallenta il gioco e mantiene i nervi saldi. I ladini sono ancora alla ricerca del primo goal della serata ma questo non arriva anche per le parate di Dominik Franz. Nel terzo tempo le squadre vanno al risparmio e sembrano esauste. Il gioco latita e così la vittoria dello Zell am See è netta per 3:0. Per il Gherdeina è la seconda sconfitta consecutiva.

SSI Vipiteno Broncos Weihenstephan – EC „Die Adler Stadtwerke Kitzbühel 6:3 (1:0; 4:3; 1:0)

 

Foto Oskar Brunner

Sicuramente la squadra di casa controlla il gioco nel primo tempo grazie anche al primo goal che arriva dopo 7 minuti di gioco alla prima superiorità dell’incontro. A dire il vero è la squadra austriaca a costruirsi una clamorosa occasione da rete per un errore della difesa dei Broncos. Kitzbühel non segna e sulla continuazione dell’azione c’è il goal di Luca Felicetti. A due minuti dalla fine la prima linea dei Broncos va vicino alla seconda rete: azione veloce Bahensky-Duffy ma Danny Deanesi poi non finalizza. Il secondo tempo è tutto un’altra storia e si registrano ben 7 reti. Il Vipiteno parte molto bene. In solo tre minuti – dal 23’ al 26’ – mette a referto ben tre marcature: Jure Sotlar (in powerplay), Fabian Hackhofer e Ben Duffy. Il match sembra finito sul 4:0. Invece i Broncos si addormentano e la squadra tirolese ne approfitta dopo metà partita. Lukas Bär alla fine di una mischia segna la prima rete per gli ospiti in doppia superiorità numerica. Poi il protagonista è l’attaccante svedese Henrik Heriksson che realizza due reti in soli 22 secondi. Ora solo un goal di differenza divide le due squadre. Ma poi un clamoroso errore di David Saringer che consegna il disco agli avversari: Zdenek Bahensky va a realizzare la quinta rete per i Broncos (37.). Nel terzo tempo la squadra di casa evita gli errori del secondo tempo e controlla l’avversario. Matthias Mantinger fissa il risultato sul 6:3 grazie al goal a porta vuota. Il Vipiteno ritorna alla vittoria dopo due sconfitte.

HC Val Pusteria Lupi – HC Egna Riwega 4:0 (2:0; 0:0; 2:0) 

I padroni di casa devono rinunciare ad Erlacher, Obermair e March. L’Egna non può disporre di Jakub Muzik. La gara si apre subito con una grande occasione per gli ospiti: Michael Sullmann, in contropiede, non segna da solo davanti al portiere Thomas Tragust. Poi la formazione di casa gioca un gran primo tempo e esercita una costante pressione verso la difesa avversaria. Così dopo alcune occasioni sfumate, arriva la prima rete dei Brunico durante il primo powerplay della serata: l’autore del goal è Nick Bruneteau con un tiro sotto la traversa. Due minuti dopo i Lupi raddoppiano nel risultato grazie ad un buon assist di Sean Ringorose per il goal di Eric Pance. La formazione giallonera chiude al comando per 2:0 il primo tempo. Nella seconda frazione succede ben poco e non ci sono reti. Il Brunico amministra il vantaggio e non si prende rischi. L’Egna cerca di tornare in partita ma non ci riesce. Nell’ultimo periodo i padroni di casa realizzano un goal in apertura con Max Oberrauch ed un goal in chiusura con Sean Ringorse. Seconda vittoria consecutiva per il Brunico con l’allenatore ad interim Ivo Machacka. Thomas Tragust conquista il suo secondo shutout stagionale.

HC Fassa Falcons – Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro 3:6 (0:2; 2:2; 1:2)

 

La partita entra subito nel vivo. Dopo un minuto c’è il goal di Francesco De Biasio con un tiro in diagonale da media distanza a mezza altezza. Poi il Cortina raddoppia con Diego Iori ma la rete in realtà è una deviazione di pattino del difensore di casa Cesare Sottsas che spiazza imparabilmente Gianni Scola. Nel secondo tempo il Cortina si porta ancora avanti con Zach Torquato dopo un minuto di gioco. Poi c’è la reazione del Fassa che accorcia le distanze con Eetu Heikkinen dopo 26 secondi. Poi Samuel Rothstein mette il disco sotto la traversa durante un doppio powerplay. Ora la gara è aperta. Proprio nel momento migliore dei Falcons, arriva il goal di Zachary Torquato (in powerplay). Nel terzo tempo il Fassa prova a riaprire la gara ma senza successo. Riley Brace segna con un tiro dalla blu in powerplay. Riccardo Lacedelli porta a sei le reti per gli ospiti. Ad un secondo dalla fine c’è la rete del giovane Marco Marzolini che segna il terzo goal dei Falcons. Il Cortina ritrova la vittoria (6:3).

Rittner Buam – HDD SIJ Acroni Jesenice (20:00) 5:2 (2:0; 1:0; 2:2)

Il Renon si conferma capolista della Alps Hockey League dopo aver battuto Jesenice per 5:2. I “Buam” conducono ora la classifica con 39 punti, sette lunghezze davanti alle formazioni slovene di Lubiana e Jesenice.  L’allenatore del Renon, Riku Lehtonen, nella supersfida di stasera ha dovuto rinunciare nuovamente agli infortunati Andreas Alber, Max Ploner e Johannes Fauster. Nonostante le assenze gli altoatesini partono meglio e dopo 13 minuti passano in vantaggio. Oscar Ahlström sfrutta in superiorità numerica (Miha Logar era in panca puniti) un assist del capitano Christian Borgatello per l’1:0. Ad 84 secondi dalla prima sirena il Renon raddoppia con Markus Spinell, che batte il portiere ospite Clarke Saunders per il 2:0. Per l’attaccante dei “Buam” è il quinto centro stagionale. A metà del periodo centrale il Renon trova poi il terzo gol. Questa volta il marcatore è Thomas Spinell che sfrutta un assist di Dan Tudin per il 3:0, chiudendo praticamente questa supersfida. Al 43.10 fa festa anche Julian Kostner, che segna il 4:0. A sette minuti dal termine Gasper Glavic trafigge Patrick Killeen in powerplay per l’1:4, solo 126 secondi più tardi gli sloveni accorciano le distanze con Tadej Cimzar, che ancora una volta in superiorità numerica segna il 2:4. A 35 secondi dalla sirena finale Julian Kostner chiude però definitivamente i conti, segnando, grazie alla sua personale doppietta, il 5:2 finale.

Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 – HK SZ Olimpia Lubiana 3:4 (1.2; 1:1; 1:1)

La partita è molto combattuta fin dal primo ingaggio. Il Lubiana sfrutta a dovere nel primo tempo un minuto di crisi dell’Asiago (5.) per segnare due goal. Prima con un tiro di Miha Zajc in diagonale e poi con un tiro dalla distanza di Nik Grahut. L’Asiago si riprende nel finale e dimezza lo svantaggio con la rete di Anthony Bardaro (18.). Nel secondo tempo l’Asiago accelera e mette pressione costante nella difesa degli sloveni. Ma il Lubiana trova la terza rete con Crt Snoj. L’Asiago risponde immediatamente con Giulio Scandella. Poi il portiere del Lubiana, Robert Kristan, si esalta con delle parate che permettono alla formazione ospite di rimanere in partita. Nel terzo tempo il Lubiana ritorna in goal con Uros Batic. L’Asiago si porta nuovamente ad un goal di distanza dopo 47 minuti con Enrico Miglioranzi con un goal all’incrocio. Poi nel finale succede di tutto ma il Lubiana vince per 4:3 grazie ancora alle parate di Kristan e si porta al secondo posto in classifica, superando proprio Asiago e Jesenice.

Alps Hockey League – 16° Turno

 


Vai alla lista
 

 
 
 
Gli Special
  Campionato Ebel 2017/18
  Campionato ALPS 2017/18
  Alps Playoffs 2016/17
 
Ultimi articoli
Il Bolzano ... - 21.11.2017
L’HCB Alto Adige Alperia mette a segno un altro colpo sul mercato,
Il Bolzano ... - 21.11.2017
L’HCB Alto Adige sprofonda a Dornbirn. Tra le mura di casa i Bulldogs ...
Il Renon torna al ... - 21.11.2017
Il Renon torna a pensare al campionato. Dopo il vittorioso passaggio ...
L'Asiago stasera ... - 21.11.2017
Il Renon torna a pensare al campionato. Dopo il vittorioso passaggio ...
Newsletter