Il Milano rimane sempre saldo al comando

 Il Milano rimane sempre saldo al comando
09.10.2017
Nella quinta giornata della Italian Hockey League il Milano continua la sua striscia perfetta e coglie il quinto successo consecutivo, rimanendo in vetta da solo. In seconda posizione ci torna l’Ora, che batte a domicilio il Fiemme con una grande prova del suo portiere, mentre al terzo posto si issa il Merano, corsaro a Pergine. Vittoria per l’Appiano contro un coriaceo Como, e grande colpo del Varese che dimostra di essere una squadra molto “in palla” espugnando la pista di Caldaro. In coda arriva anche il primo successo per l’Alleghe, che batte un Chiavenna ancora a quota 0 in tabella così come il Feltre.
A livello di classifica il match più atteso è stato quello tra Fiemme ed Ora: sin dall’inizio dell’incontro i padroni di casa hanno attaccato a testa bassa la gabbia dei Frogs, ma si sono scontrati contro un ottimo Giovanelli. Di contro Tscholl ha portato avanti gli altoatesini in power play per l’unico gol del primo drittel. Nel secondo è arrivato il momentaneo pareggio di Gilmozzi, ma Stimpfl poco dopo ha trovato il 2 a 1 per i suoi. Match che si è quindi deciso nel terzo drittel: Ora freddissimo sotto porta e in gol con Massar, Stimpfl  e Girardi, Fiemme incapace di superare un ottimo Giovanelli autore di 49 parate sui 50 tiri subiti. I Frogs salgono così al secondo posto in classifica.
Molto interessante il duello tra Pergine e Merano, formazioni che hanno dato vita alla finale di Serie B nel 2015/16 vinta dai bianconeri. Ospiti che partono forte e nel primo tempo concretizzano due superiorità numeriche con Lo Presti e Morén, sempre implacabili, linci che invece si svegliano nel secondo tempo e cambiano marcia ma non riescono a concretizzare. La musica cambia nella terza frazione: un Pergine a dir poco scatenato fulmina Fink per tre volte tra il 40.50 e il 43.47 con Meneghini, Piva e Mondon Marin. Il Merano riesce però a pareggiare subito con Ansoldi, e la situazione non si sblocca fino al 60esimo. Serve dunque l’overtime per assegnare il punto supplementare, e a prenderselo sono gli altoatesini con il gol del 4 a 3 di Daccordo al 62.42.
Il colpaccio di giornata è sicuramente quello del Varese, che dopo aver lottato con onore a Milano, espugna Caldaro e coglie il secondo scalpo eccellente del suo inizio di stagione. I lombardi colpiscono subito con Andreoni, cui fa seguito il pareggio momentaneo di Waldthaler in superiorità, ma al 12.14 Michael Mazzacane riporta avanti i lombardi. Nella frazione centrale i lucci sprecano tre superiorità numeriche, e in una di queste arriva il 3 a 1 in shorthand firmato ancora da Mazzacane. Nel periodo conclusivo il Caldaro assalta all’arma bianca la gabbia varesina, e riesce a riaprire i conti con Felderer al 42.33, ma col passare dei minuti il goalie Broggi dei Bandits alza una saracinesca insuperabile che regala il terzo successo ad un Varese che dimostra sempre più di essere squadra da tenere in grande considerazione.
Altro match Alto Adige-Lombardia e questa volta sorpresa solo sfiorata, visto che l’Appiano deve sudare per battere un Como molto volitivo. Lariani avanti subito con Tilaro, ma grande reazione dei pirati che ribaltano la contesa con Fauster, Scelfo ed Ebner tra l’8.03 e il 10.00. Il Como però non molla e prima della sirena va ancora in gol con Gosetto e Tilaro, inframezzati da Alex Jaitner e prima frazione che si chiude sul 4 a 3. Nel periodo centrale nuovo allungo dei pirati che, complici due power play, fulminano Menguzzato con Unterkofler e Waldner, ma nel drittel conclusivo Ambrosoli in 5 contro 3 insacca il 6 a 4 che rende acceso il match sino alla fine. Alla sirena però è l’Appiano a festeggiare il successo.
Continua la sua marcia inarrestabile il Milano, che soffre solo nei primi 20 minuti a Feltre, chiusi sull’1 a 1 per via delle marcature di Colombo e per il pareggio feltrino di Da Forno. Nel secondo tempo i ragazzi di Da Rin alzano il ritmo di gioco e piazzano l’allungo decisivo con un parziale di 4 a 0: Asinelli, Piccinelli, Radin e ancora Colombo chiudono i conti sul 5 a 1. Ultimi 20 minuti utili per le statistiche e poco altro, ma comunque il Feltre dimostra la sua crescita andando in gol altre due volte con Dall’Agnol e Gorza, mentre Terzago segna per il Milano. 6 a 3 il punteggio finale, quinto successo in fila per i rossoblù.
Importantissimo successo per l’Alleghe contro il Chiavenna: primi 3 punti in classifica per le Civette e importante iniezione di fiducia dopo un inizio difficile in casa agordina. A decidere tutto è il primo tempo, nel quale uno scatenato Veggiato va in gol per quattro volte e mette a ferro e fuoco la difesa chiavennasca aggiungendo due assist. Alla tripletta dell’eterna ala alleghese, si aggiungono le marcature di De Val e Cadorin, che valgono il 6 a 1 del 20esimo minuto. Per gli ospiti in gol Gallegioni dalla blu, cui fa seguito nel secondo periodo Marcati, prima del 7 a 1 di Lorenzi. Ultimo periodo con poco da segnalare se non le reti di De Val e Meneghetti per il 9 a 2 finale

Vai alla lista
 

 
 
 
Gli Special
  Campionato Ebel 2017/18
  Campionato ALPS 2017/18
  Alps Playoffs 2016/17
 
Ultimi articoli
ALPS: Corsa al ... - 17.10.2017
Sempre molto combattuta la classifica della Alps Hockey League. Sette
IH: Salgono i ... - 17.10.2017
Con le prime due in classifica, Milano ed Ora, che rinviano il loro ...
Il Renon cerca la ... - 17.10.2017
Dopo aver conquistato sabato sera a Milano la terza Supercoppa ...
Trasferta temibile ... - 17.10.2017
Turno infrasettimanale molto impegnativo per l’Asiago che, contro i
Newsletter