ALPS: Il Renon torna in vetta , i lupi espugna Vipiteno

 ALPS: Il Renon torna in vetta , i lupi espugna Vipiteno
03.12.2017
Nella ormai serrata lotta tra i Rittner Buam ed Jesenice, un altro sorpasso della squadra di Collalbo nei confronti della formazione slovena in occasione della 22esima giornata. Il Renon vince contro il fanalino di coda del Klagenfurt II e guadagna i tre punti con cui ritorna in testa alla classifica complice anche la pausa dei Red Steelers e soprattutto anche per la vittoria all’overtime della formazione altoatesina in casa dello Jesenice avvenuta la settimana scorsa e che ha costituito una specie di trampolino di lancio per i Buam per l’attuale posizione. Per gli inseguitori, si registra un passo in avanti dell’Asiago che torna alla vittoria contro lo Zell am See e del Val Pusteria che vince a Vipiteno per 2:1. Il Cortina supera in maniera netta il Kitzbuhel e si riposiziona all’ottavo posto, l’ultimo utile per i playoff ed in una serrata lotta per l’accesso agli stessi. Il derby del Passo Sella è vinto dal Gherdeina che vince ad Alba di Canazei contro i Fassa Falcons.
 
EC Klagenfurt II – Rittner Buam 1:4 (0:1, 0:1, 1:2)
Ad inizio partita il portiere del KAC Jakob Holzer neutralizza i tiri di Victor Ahlström e Julian Kostner, ma a metà del primo tempo gli ospiti passano in vantaggio: dopo una triangolazione con Christian Borgatello, l’attaccante Tommaso Traversa ha deviato il disco in rete aprendo le marcature. Poco dopo Hannes Treibenreif ha mostrato le sua qualità ma anche il portiere dei padroni di casa Holzer salva la sua gabbia dal possibile raddoppio. Al 28 ° minuto Oscar Ahlström ha raddoppiato il vantaggio dopo una bella combinazione con il fratello gemello Victor. Intorno al quarto d’ora del periodo Holzer compie un’altra grande parata e poco dopo si salva nuovamente non senza un pizzico di fortuna, così il risultato resta 0-2 dopo 40 minuti. Nel terzo periodo Martin Goritschnig riceve una penalità di 5 minuti ma il Ritten non riesce ad andare in rete nella fase di power play. A tre minuti dalla fine, i campioni AHL si portano sul 3-0 quando Victor Ahlström mette nuovamente il disco in rete. Passano solo 31 secondi e Benjamin Rassl ha permesso ai padroni di casa di andare a referto in questa serata. Tuttavia, è stato Markus Spinell che ha completato le segnature con una rete a porta vuota. Con questa vittoria per 4-1 il Renon riprende il comando della classifica generale della AHL.

FBI VEU Feldkirch – EHC Alge Elastic Lustenau 4:1 (1:0, 0:1, 3:0)
Davanti a quasi 3.200 spettatori si gioca Feldkirch e Lustenau, due squadre in piena corsa ai playoff. È stata una partita combattuta fin dall’inizio, con entrambe le squadre che hanno creato occasioni per andare a segno. A metà del primo periodo Kristof Reinthaler ha segnato l’unico gol del primo periodo per il vantaggio del VEU. I padroni di casa sono stati la squadra dominante nei primi minuti della ripresa, ma il Lustenau pareggia con Philipp Putnik che impatta il risultato dopo 26 minuti. Il risultato di 1:1 è il punteggio dopo 40 minuti mentre il goalie dell’EHC Miko Rämö ha compiuto ben 25 parate nel solo periodo centrale. Tuttavia nel  terzo periodo passano solo 77 secondi, quando Marcel Witting ha riportato in vantaggio il Feldkirch su un’azione personale, e poi toccava a Martin Mairitsch raddoppiare il vantaggio parziale dei padroni di casa (45.). Gli ospiti hanno pagato a caro presso le troppe penalità, così Christoph Draschkowitz ha messo al sicuro il risultato per il VEU dopo 46” sul punteggio finale di 4-1. Con il quarto successo consecutivo nel derby, il Feldkirch arriva al quinto posto in classifica generale.

SSI Vipiteno Broncos Weihenstephan – HC Val Pusteria Lupi 1:2 (1:1; 0:0; 0:1)
Il derby altoatesino è subito molto combattuto e con poche interruzioni di gioco. L’occasione più chiara nei primi minuti è costruita da Armin Hofer ma l’incursione del difensore del Valpusteria non va a buon fine. La prima squadra che segna un goal è il Vipiteno grazie al primo powerplay dell’incontro. Jure Sotlar è veloce su rebound a mettere il disco in rete (6.). Poi la gara rimane sempre combattuta. Il Vipiteno non realizza il raddoppio e così il Brunico pareggia i conti. Eric Johansson segna un goal a porta vuota dopo un rimbalzo concesso davanti porta dalla difesa dei Broncos. La gara rimane molto combattuta ma si va al primo intervallo in parità. Nella ripresa la squadra che attacca di più è il Val Pusteria ma le occasioni buone per segnare sono poche. A metà partita c’è la traversa del Vipiteno dopo il tiro di Tommy Kruselburger. Nel finale di tempo ancora due nitide occasioni per il Brunico che non segna con la quarta linea. Si va all’intervallo ancora in parità (1:1). Ancora il Brunico in attacco nel terzo tempo. Gli sforzi dei Lupi producono a metà tempo un goal pesante nell’economia di gioco con la rete di Eric Pance in powerplay con un tiro sotto la traversa. Poi c’è la decisa reazione dei Broncos ma la difesa degli ospiti resiste. Il Val Pusteria si difende grazie anche alle parate di Thomas Tragust e così il Val Pusteria vince per 2:1. Terza vittoria consecutiva per i Lupi che ora salgono al quarto posto in classifica. Per il Vipiteno è la terza sconfitta in quattro gare.

Migross Supermercati Asiago Hockey – EK Zeller Eisbären 5:0 (0:0, 3:0, 2:0)
Asiago parte subito di gran corsa e crea molte occasioni. La squadra austriaca si affida alle parate di Dominik Frank che salva il risultato più volte. Nonostante un dominio netto dei padroni di casa, le due squadre vanno al primo riposo sul risultato di 0:0. Nella ripresa la squadra di casa si trasforma ed inizia a segnare. Michele Stevan apre le marcature della partita dopo tre minuti con una deviazione dopo un tiro dalla linea blu. Passa molto poco e la formazione giallorossa segna la seconda rete. Giulio Scandella recupera un disco e poi realizza al termine di un contropiede (2:0). A metà tempo c’è il goal di Michael Sullivan con un tiro di polso sotto l’incrocio. L’Asiago continua la sua azione ma non ci sono altre reti prima della seconda sirena. Nel terzo tempo l’Asiago continua a costruire azioni su azioni. Josè Magnabosco realizza il poker stellato con un tiro all’incrocio. Poco dopo arriva il quinto ed ultimo goal della partita grazie alla rete di Federico Benetti con un tiro al volo. L’Asiago vince 5:0 e mantiene la terza posizione in classifica. Frederic Cloutier conquista il terzo shutout stagionale, il secondo di fila in casa.

HC Fassa Falcons – HC Gherdeina 0:3 (0:1, 0:2, 0:0)
Il Fassa prova a prendere il comando del gioco e crea qualche azione pericolosa. Il Fassa potrebbe segnare delle reti specialmente con Jiri Klimiceck e Martin Castlunger ma la difesa del Gherdeina risponde presente. Poi il Gherdeina segna la prima rete dopo 12 minuti in powerplay. David Roupec vince un ingaggio e passa sulla linea blu a Linus Lundstrom che tira verso la porta del Fassa. Il disco viene parato da Gianni Scola ma sulla corta respinta arriva Colin Long che segna il vantaggio delle Furie. Anche nel secondo tempo il Fassa cerca di costruire le sue azioni ma il Gherdeina è molto determinato in attacco. Quando c’è uno sbaglio nel cambio delle linee dei padroni di casa, il Gherdeina raddoppia ancora con Colin Long (33.). Ma non è finita. Prima della fine del secondo tempo c’è il 3:0 dopo un tiro dalla blu di Patrick Nocker. Forse c’è stata la deviazione di un giocatore fassano. Con un vantaggio di tre reti il Gherdeina controlla il gioco nel terzo tempo mentre la buona volontà del Fassa non produce nulla. Il Gherdeina vince 3:0 mentre Giancarlo Kostner festeggia il suo primo shutout. Per il Fassa è la decima sconfitta in undici partite.

S.G. Cortina Hafro – EC ‘Die Adler’ Stadtwerke Kitzbühel 6:1 (2:0, 1:1, 3:0)
Il Cortina si presenta a questa partita senza Luca Zandonella (infortunato) e Jordan Ciccarello. La squadra austriaca crea qualche occasione pericolosa nei primi sei minuti di gioco. Poi il Cortina, minuto dopo minuto, cresce d’intensità e di qualità. La pressione verso la porta di Jose Kangaskorte è costante. Gli sforzi dei padroni di casa sono premiati dalla rete di Ronny De Zanna che in diagonale supera il portiere del Kitzbuhel dopo un bel passaggio di Patrick Rizzo. Primo goal per l’attaccante del Cortina che è tornato a giocare dopo un lungo infortunio. Poi ancora De Zanna- Rizzo che costruiscono un’azione veloce per la seconda rete del Cortina realizzata da Zachary Torquato. Nel secondo tempo il Cortina parte forte. Dopo tre minuti il Cortina gioca in doppio powerplay ed arriva il goal di Zachary Torquato con un tiro molto preciso. Poi con il passare dei minuti il Kitzbühel cresce nel gioco ed arriva anche la prima rete per gli austriaci con Henrik Eriksson. La gara sembra riaperta ma non arrivano altre reti nel secondo tempo. Nel terzo tempo il Cortina gioca con più grinta e mette al sicuro il risultato con due goal in 91 secondi. Dopo 50 minuti c’è la rete di Riccardo Lacedelli e poi ancora un sigillo di Zachary Torquato per il suo hat-trick. Nel finale Riley Brace fissa il punteggio sul 6:1 per il Cortina che dopo quattro sconfitte torna alla vittoria


Vai alla lista
 

 
 
 
Gli Special
  Campionato Ebel 2017/18
  Campionato ALPS 2017/18
  Alps Playoffs 2016/17
 
Ultimi articoli
IHL : co domani ... - 13.12.2017
Quart’ultima giornata della prima fase di Italian Hockey League in
Il Linz espugna il ... - 11.12.2017
All’HCB Alto Adige Alperia non basta una grande prova: al Palaonda ...
Il Maltempo dimezza ... - 11.12.2017
La diciottesima giornata di Italian Hockey League ha subito un pesante
Milano : Il Fiemme ... - 11.12.2017
Milano – Fiemme incontro non disputato causa mancato arrivo degli
Newsletter